Comando VF: dal CTA al CODIS

 

 

b)   Comando VF: Dal CTA al CODIS l’esempio delle Alpi-Marittime.

            Bisogna adesso esporre i diversi livelli nella catena di comando. Prediamo l’esempio dei Vigili del Fuoco, hanno la particolarità in Francia di gestire le missioni di lotta agli incendi (come in Italia) ma anche di soccorso a persona. Si tratta di un comando tecnico, specifico all’attività del soccorso. “ Il Comando delle Operazioni di Soccorso rileva, sotto l’autorità del Prefetto o del Sindaco che agiscono nel quadro dei loro poteri respettivi di polizia, del Direttore Provinciale, o nella sua assenza d’un VF [...], ufficiale, sotto-ufficiale o graduato, nelle condizione fissate dal regolamento operativo...”[1]

 

Esempio di evento

Comandante delle Operazioni di Soccorso

mezzi implicati

struttura di coordinazione del comando

evento semplice

(ferito in luoggo pubblico)

capo squadra ambulanza (caporale)

 

ambulanza

C.T.A (centro di trattamento dell’allerta) 

 incendio semplice 

chef d’agres “capo sartiame”  (sergente)

autobotte

(mas. 1 mezzo)

C.T.A

Incidente stradale – incendio urbano

 capo di gruppo (adjudant o tenente)

Veicolo di cesarizzazione (VSR) / Scala motorizzata (EPA) / .. ecc.

(= 2 a 4 mezzi)

C.T.A

Incidente stradale con numerose vittime. 

Ufficiale VF “Capo di colonna” (capitano)

4gruppi, autobotte, scala motorizzata, ambulanza, veicolo multiuso, cellola elettrica... ecc

CTA o CODIS

Esempio di evento

Comandante delle Operazioni di Soccorso

mezzi implicati

struttura di coordinazione del comando

P.P.I, Inquinamento...

ufficiale VF “ capo di sito”(Comandante / tnt-col.  / col. )

(= 4 colonne)

 

 

CODIS - E.M.Z (COZ)

temporale maggiore

moltiplicazione dei siti

 

CODIS -  DDSC (C.O.G.I.C  / COMFORMISC)

 

            Una volta i vigili del fuoco erano costituiti in corpi comunali. Nel 1996 c'è stato una “dipartimentalizzazione” dei vigili del fuoco con la creazione degli SDIS (Servizio Dipartimentale d'Incendio e di Soccorso) vera struttura amministrativa. Gli SDIS hanno una direzione duplice, una prima operativa con il colonnello provinciale, direttore dello SDIS. Nelle Alpi-Marittime è il Colonnello Patrick Bauthéac. Il colonnello risponde dell’attività dello SDIS preso il Prefetto della Provincia, Monsieur Francis Lamy. La direzione amministrativa, ossia presidenza del Consiglio di Amministrazione, è assicurata dal “conseil général”, organo politico rapresentativo della provincia (la provincia essendo il finanziatore dello SDIS). Attualmente il dirigente della provincia, Monsieur le député Eric Ciotti, ha deciso di assicurare la presidenza senza delegare l’incarico, è responsabile dell’amministrazione e della gestione finanziare.

            Abbiamo visto la D.D.S.C (Direzione della Difesa e della Sicurezza Civili), quest'ultima gestisce anche con i suoi mezzi propri l'emergenza al livello nazionale o internazionale. Al livello provinciale, il comando tecnico è assicurato da un CODIS (Centro Operativo Dipartimentale d'Incendio e di Soccorso). Ogni dipartimento, ogni SDIS quindi, ha un CODIS, vero centro nervoso per i soccorsi. Nelle Alpi-Marittime il CODIS sta a Villeneuve-Loubet, comanda i vigili del fuoco del dipartimento.

            Al livello operativo il CODIS è diviso in 5 “Groupements territoriaux” GT SUD basato a NIZZA GT NORD basato a GILLETTE GT OUEST basato a CANNES GT CENTRE a CAGNES SUR MER GT EST a MENTON



[1] Ecole départementale S.D.I.S. 06, FAE Chef d’Equipe – GOC 1 – Principes du Cdt opérationnel. Mise à jour 16/01/2006. p, 16. (Nous traduisons)

 

Questi GT accolgono un C.T.A (centro di trattamento dell’allerta) CTA SUD, CTA NORD, CTA CENTRE... l’attività e i mezzi d’intervento della propria zona è coordinata da questa struttura.

In caso di emergenza maggiore il CODIS prende il comando. In altri casi (piani predefiniti, deficienza del CODIS, importanza dell'emergenza...) altri livelli superiori prendono il controllo... 

Prendiamo l’esempio del GT SUD, comandato dal Tenente-Colonnello Yves CAVALIER questo GT gestisce le operazioni di soccorso e d'incendio sul comune di Nizza e la zona limitrofe. GT più importante del dipartimento è anche uno dei più sollecitato di Francia[1] con quasi 55 000 interventi all'anno.. Ci sono 4 CSP (centre de secours principal) Magnan, Fodéré, Bon-Voyage, St-Isidore; 3 CS (centro di Soccorso), Hancy, La Turbie, St-Jean; 2 CPI (centro di primo intervento) Castagniers, Eze e una “Antenna di Primo Soccorsi”: Nice-Nord.

  • un CSP assume simultaneamente almeno un intervento di lotta agli incendi, due interventi di soccorso a persone, e un altro.
  • Un CS assume simultaneamente almeno un intervento di lotta agli incendi o un intervento di soccorso a persone, e un altro.
  • Un CPI assume almeno un intervento (incendio o soccorso a persone)
  • l'antenna di Nice-Nord può intervenire solo con una ambulanza (VSAV)

 

            Si evidenzia  una differenza maggiore tra Italia e Francia, i VF sono mobilizzati nell’attività di soccorso sanitario. Storicamente le ambulanze dei VF fancesi erano previsti per sostenere gli agenti sui fuochi. La postazione territoriale è stata uno dei fattori determinenti nel dare le missioni di soccorso ai VF. Le ambulanze di soccorso medicalizzate sono assicurate dai SAMU (Service d’aide médicale d’urgence) preso l’ospedale. Però i VF assicurano anche una grande parte di questi interventi d’emergenza medicalizzate. In effetto gli SDIS hanno sviluppato un proprio servizio medicalizzato (3SM per “Service de santé et de secours médical”) anche inizialmente previsto per sostenere solo i VF participano alle attività di soccorso.

            Diciamo in modo semplice che gli S.A.M.U hanno inizialmente competenza per il domicilio e i VF per la via pubblica. In pratica questa distinzione cade per un miglior coordinamento e un miglior uso dei mezzi esistenti e disponibili. Comunque in ogni caso questa attività di soccorso sanitario rimane sempre sotto il coordinamento del SAMU che ha, oltre a ciò, un ruolo di regolazione decisionale. La centrale del SAMU, il 15, riceve tutte le chiamate della provincia per le richieste di soccorso medicalizzato. Si capisce anche il bisogno di communicazione tra “il 18” (VF) e il 15.  

            La nozione di comando per quanto riguarda ai VF si sviluppa su diversi livelli, il principio generale della catena CTA – CODIS vale sempre, però bisogna considerare la competenza degli SAMU. C’è una differenza tra Soccorso Incendio e Soccorso Medicalizzato che ritroviamo nella partizione DSM (competenze per le decizioni medicali) / DSI sul teatro delle operazioni (cf. Fig. 4.)



[1] Nice Matin, édition mardi 25 aout 2009 “les pompiers des AM sont les plus sollicités de France” Jimmy Bouriscot.


 

Sous-pages :

Aucune note. Soyez le premier à attribuer une note !

×